Irritazioni cutanee per due bambine al Parco della Repubblica, Modena

La causa: materiale in polvere contenente fibre di vetro abbandonato sul terreno
(16/4/2021)

Venerdì 2 aprile 2021 gli operatori di Arpae sono stati allertati dalla Polizia Locale di Modena per un evento preoccupante avvenuto presso il Parco della Repubblica. Due bambine avevano improvvisamente accusato bruciori alle mani ed erano state sottoposte ad accertamenti sanitari. L’ipotesi avanzata dai sanitari e che le bambine potessero essere venute a contatto con sostanze urticanti all’interno del parco.
Gli operatori Arpae hanno escluso, come avanzato in prima istanza, che le irritazioni potessero essere state provocate dal contatto con il lepidottero Processionaria, che può causare irritazioni alla pelle, non avendone rilevato la presenza nei pressi dell’area in cui le bambine avevano giocato.
È stata invece rinvenuta la presenza di un piccolo quantitativo di materiale apparentemente simile a cenere contenente tracce di materiale fibroso.
Nell’immediato è stata   circoscritta e inibita all’uso l’area, circa 1,5 metri quadri.
Un campione del materiale è stato prelevato e sottoposto ad analisi. Gli esiti hanno escluso la presenza di amianto e confermato la presenza di fibre minerali vetrose che possono provocare irritazione alla cute.
Materiale contenente fibre di vetro è utilizzato sia nell’edilizia che per la riparazione di parti dei veicoli.
Si è trattato sicuramente di un episodio di abbandono di rifiuti al momento riconducibile a ignoti.
Arpae ha proposto la rimozione del terreno su cui sono state ritrovate le fibre di vetro e il conseguente smaltimento presso impianto autorizzato, al fine di restituire la piena disponibilità dell’area del parco pubblico.

ultima modifica 2021-04-16T13:51:22+02:00