Mare, fioriture microalgali

Avvistate in questi giorni, nessuna conseguenza igienico-sanitaria
(2/4/2021)

In questi giorni sono state avvistate in mare delle fioriture microalgali di colore arancione di Noctiluca scintillans. Non si tratta di un fenomeno nuovo né in Adriatico né in Emilia-Romagna, infatti diverse sono le segnalazioni negli anni addietro. Tali microalghe appartengono al gruppo delle Dinoflagellate, questa microalga eterotrofa (deve nutrirsi di materiali organici prodotti da altri organismi) di dimensioni vicine a 1 mm, in fioritura forma delle chiazze più o meno estese di colore arancione che, sia in fase di degradazione che in fase di crescita, assumono una conformazione simile a quella degli stadi iniziali della mucillagine (figura 1).

Notizia alghe 2 aprile 2021 figura 1

Figura 1

Nella figura 2 è illustrata una foto effettuata al microscopio ottico. L’azione del vento e delle correnti marine contribuiscono a modificare sulla superficie marina la forma e l’estensione delle macchie. La colorazione può assumere intensità di colore più forte quando la fioritura si concentra in zone protette con bassa profondità come ad esempio a ridosso di barriere frangiflutto costiere. Questo organismo è in grado di produrre luminescenza al pari di altri organismi marini e terrestri: il fenomeno della bioluminescenza è logicamente meglio osservabile durante le ore notturne. La sua fioritura, anche massiva, non determina conseguenze dal punto di vista igienico-sanitario e della balneabilità delle acque, inoltre non è una microalga produttrice di tossine.

Notizia alghe 2 aprile 2021 figura 2

Figura 2

ultima modifica 2021-04-15T18:40:10+02:00