Arpae adotta il Piano integrato di attività e organizzazione

Il "Piao" vuole semplificare le procedure di programmazione nelle pa garantendo servizi migliori per cittadini e imprese
(13/5/2022)

Introdotto dal decreto legge 80/2021, il "Piano integrato di attività e organizzazione (Piao)" racchiude, in uno strumento unico di programmazione, gli adempimenti in materia di performance, gestione delle risorse umane e prevenzione della corruzione.

All'interno del piao confluiscono diversi documenti, finora approvati in maniera separata:

  • il Piano della performance
  • il Piano triennale della prevenzione della corruzione e trasparenza (Ptpct)
  • il Piano organizzativo del lavoro agile (Pola)
  • il Piano triennale dei fabbisogni del personale (Ptfp)
  • il Programma di formazione e aggiornamento
  • il Piano triennale delle azioni positive (Ptap)


L’obiettivo principale è la semplificazione delle procedure di programmazione nelle pubbliche amministrazioni, per garantire trasparenza, maggiore efficienza, efficacia e servizi migliori ai cittadini e alle imprese.

In attesa del completamento del quadro normativo di riferimento (i decreti attuativi del citato Dl 80/2021) Arpae ha ritenuto opportuno approvare già da ora il Piao per il triennio 2022-2024, in quanto rappresenta un'opportunità per coordinare gli obiettivi strategici e i relativi indicatori.

Una particolare attenzione viene posta sulla misurazione del valore pubblico creato dalle amministrazioni che, anche per Arpae, significa puntare all’incremento del benessere economico-sociale e ambientale dei destinatari delle politiche e dei servizi.

ultima modifica 2022-05-13T20:30:02+02:00