Regione, avviso per servizi di supporto tecnico specialistico

Manifestazioni di interesse e indagine di mercato per il nuovo piano aria "Pair 2030" e per il piano di tutela delle acque
(30/6/2021)
La Regione Emilia-Romagna, Direzione generale Cura del territorio e dell'ambiente, intende affidare, ai sensi dell’art. 1 comma 2 lett. a) co. 2 lett. a) del decreto legge 16 luglio 2020 n. 76 convertito nella legge 11 settembre 2020 n. 120 e del decreto legge 31 maggio 2021 n. 77, l’acquisizione di un “Servizio di supporto tecnico specialistico per lo sviluppo degli scenari e degli elaborati del nuovo Piano Aria Integrato Regionale (Pair 2030) ai sensi del d.lgs. 155/2010”.

Il servizio consiste nel supporto tecnico alla Regione Emilia-Romagna per l’elaborazione del nuovo Piano aria integrato regionale 2021-2030 (Pair 2030) ai sensi di quanto previsto dalla direttiva 2008/50/CE sulla qualità dell’aria ambiente e per un’aria più pulita in Europa e dal decreto legislativo. n. 155/2010 di attuazione della stessa. Il nuovo piano, in continuità con quello attualmente in vigore, si pone l’obiettivo dettato dalle norme europee e nazionali di raggiungere livelli di qualità dell’aria ambiente volti a evitare, prevenire o ridurre gli effetti nocivi per la salute umana e per l’ambiente nel suo complesso, perseguire il mantenimento dei livelli di qualità dell’aria, laddove buona, e migliorarla negli altri casi.

Per maggiori informazioni è possibile fare riferimento all’avviso d’interesse disponibile a questo link.

Avviso pubblico per manifestazione di interesse e contestuale indagine di mercato per "supporto tecnico specialistico per lo sviluppo del piano di tutela delle acque: monitoraggio, analisi dati e valutazione degli scenari evolutivi" CUP e39j21001740001 - CIG 8796668812. scadenza ore 12,00 del 15/07/2021.

La Regione Emilia-Romagna a breve procederà con l’aggiornamento del Piano di tutela delle acque.

Il nuovo piano, in continuità con quello attualmente in vigore, si pone l’obiettivo, dettato dalle norme europee e nazionali, di istituire un quadro per la protezione delle acque superficiali interne, delle acque di transizione, delle acque costiere e sotterranee che ne impedisca l’ulteriore deterioramento, agevoli un utilizzo idrico sostenibile, miri alla protezione rafforzata e al miglioramento dell'ambiente acquatico, assicuri la graduale riduzione dell'inquinamento delle acque sotterranee, contribuisca a mitigare gli effetti delle inondazioni e della siccità.

Data la complessità delle attività previste e in considerazione della necessità di addivenire in tempi brevi alla redazione del Piano, la regione intende affidare, ai sensi dell’art. 1 comma 2 lett. a) decreto legge 16 luglio 2020 n. 76 convertito nella legge 11 settembre 2020 n. 120, a una ditta esterna, un Servizio di supporto tecnico specialistico agli uffici competenti per lo sviluppo del piano.

Il servizio richiesto è diretto a fornire assistenza e supporto qualificato all’operatività dell’Ente, in affiancamento al personale regionale, nello svolgimento delle attività di aggiornamento del PTA, con interventi finalizzati alla redazione dei documenti e alla gestione del processo di informazione e consultazione pubblica.

Per approfondimenti si può fare riferimento all’avviso d’interesse disponibile sul sito della Regione Emilia-Romagna al link.

(Fonte: Regione Emilia-Romagna)

ultima modifica 2021-06-30T15:36:07+02:00