Relazione tecnica sull'evento dal 3 al 4 novembre 2019

Precipitazioni intense e persistenti sull'alto bacino del Taro generano un rapido fenomeno di piena.
(21/11/2019)

Nella giornata del 3 novembre forti flussi da sud-ovest, umidi e fortemente instabili, hanno interessato la nostra penisola, a partire dal golfo di Genova fino all’Appennino Tosco-Emiliano, causando intense precipitazioni e forti venti, soprattutto sul settore occidentale della regione Emilia-Romagna, in rapida estensione verso nord-est con progressivo esaurimento nella serata del 4 novembre.Le precipitazioni forti e persistenti sull’alto bacino del Taro, che hanno superato i 150 mm/12 ore,hanno generato un rapido fenomeno di piena, con valori al colmo superiori alle soglie 3 nel tratto montano, che si è parzialmente laminato verso valle senza creare danni nel tratto arginato. Numerose frane e smottamenti hanno interessato la viabilità nell’Appennino Parmense. Il Centro Funzionale regionale ha emesso in fase di previsione due allerte nei giorni 2 e 3 novembre per vento, temporali e rischio idrogeologico e idraulico, e tre documenti di monitoraggio in fase di evento.

La descrizione dell'evento è contenuta nel documento disponibile a questo indirizzo:

Relazione dell'evento meteo dal 03 al 04 novembre 2019

Potrete trovare la lista completa dei rapporti di evento disponibili a questo indirizzo: Report tecnici idro-meteorologici

Per qualsiasi informazione potete rivolgervi a Sandro Nanni e Pier Paolo Alberoni.



ultima modifica 2021-04-15T18:40:24+02:00