Rischi costieri: aggiornato il sito dati ambientali

Inondazione marina, morfologia e difese costiere tra i nuovi indicatori introdotti quest’anno
(25/11/2021)

Aggiornato il capitolo tematico rischi costieri del sito "Dati ambientali della Regione Emilia-Romagna” arricchito, da quest’anno, anche dall'inserimento di nuovi indicatori relativi al fenomeno dell'inondazione marina e alle morfologie e difese costiere.

Il litorale dell’Emilia-Romagna è costituito prevalentemente da una spiaggia bassa e sabbiosa, soggetta a erosione e inondazione marina. In base agli ultimi dati disponibili, riferiti al periodo 2012-2018,  risulta che il 36% del litorale è in accumulo di sedimento, il 46% stabile e il restante 18% in erosione. Questa situazione, complessivamente positiva, è dovuta a una buona gestione della costa e, in particolare, a una serie d'interventi di ripascimento realizzati dalla Regione e dagli enti locali. 

litorale regionale Progettone3.jpg

Per lo stesso motivo, anche le mappe di pericolosità all’inondazione marina, elaborate dall’Autorità di distretto del Po nel 2019, evidenziano, rispetto al 2013, una leggera riduzione delle superfici allagabili, che passano da 18,6 a 15,1 km2, per lo scenario P3 (mareggiate frequenti), e da 31,4 a 30 km2, per lo scenario P2 (mareggiate poco frequenti). Diversamente, le aree interessate da inondazioni rare (scenario P1) rimangono praticamente invariate, pari a 78,8 km2.

ultima modifica 2021-11-26T20:30:01+01:00