Impianti a biomassa: tutto quello che c'è da sapere

Bando 2021 per la sostituzione di impianti di riscaldamento civile a biomassa

Con questo bando la Regione Emilia-Romagna, che persegue da sempre politiche attive finalizzate alla riduzione degli inquinanti in atmosfera a tutela della qualità dell’aria, si propone di contribuire al miglioramento della qualità dell’aria e all’incremento dell’efficienza energetica attraverso la sostituzione dei generatori di calore alimentati a biomassa legnosa con generatori di ultima generazione o con pompe di calore.

Il bando è rivolto ai residenti nei Comuni delle zone di pianura dell’Emilia-Romagna

È possibile fare domanda a partire dalle ore 15 del 1° settembre fino 31 dicembre 2023 attraverso la piattaforma telematica predisposta dalla Regione.

Vai al Bando per la sostituzione di impianti di riscaldamento civile a biomassa.

Immagine sostituzione di impianti a biomassa



Misure e infografiche per il periodo dal 1 ottobre 2021 al 30 aprile 2022 (in aggiornamento)

Nel periodo dal 1 ottobre 2020 al 30 aprile 2021, in tutto il territorio regionale sotto i 300 metri di altitudine (esclusi i Comuni montani) e nei Comuni oggetto di infrazione per la qualità dell’aria, negli immobili civili in cui non è presente un sistema alternativo di riscaldamento domestico è in vigore il divieto di utilizzo di caminetti e stufe a legna o pellet con classe emissiva fino a 2 stelle comprese. L’utilizzo degli impianti a biomassa legnosa negli immobili civili è disciplinato anche in base alle misure emergenziali adottate dai Comuni che aderiscono al Pair e dai Comuni di PianuraVai all´infografica sulle misure emergenziali

Vengono inoltre date indicazioni rispetto all'installazione di nuovi impianti e all'utilizzo di pellet certificato, che sono valide tutto l'anno

Scopri a quali Comuni si applicano le regole sull´utilizzo di biomasse legnose ad uso domestico

Infografica impianti a biomasse febbraio 2021