Bologna Ordinanze Pair

Provvedimenti per la qualità dell'aria fino al 30 aprile 2021 nel comune di Bologna.

SINTESI ORDINANZA

L'Ordinanza n.15532/2021 del 14 gennaio 2021 del Comune di Bologna dispone a revoca dell'ordinanza p.g. n. 7569/2021, il rispetto dei seguenti obblighi, divieti e limitazioni secondo le seguenti modalità:

MISURE STRUTTURALI

A) Su tutta l'area del centro abitato di "Bologna" dal 14/01/2021 fino al 30/04/2021, compreso, nella fascia oraria dalle 8.30 alle 18.30:

- nelle giornate di lunedì , martedì, mercoledì , giovedì e venerdì , divieto di circolazione dinamica per tutti i veicoli a motore eccetto:

1) con accensione comandata (benzina) omologati Euro 3 o successive (conformi direttive 98/69 CE o successive ),

2) con accensione spontanea (diesel) omologati Euro 4 o successive (conformi direttive 98/69/CE B2 o successive ),

3) ciclomotori e motocicli omologati Euro 2 o successive (conformi direttiva 97/24/CE e successive ).

Il provvedimento (punto A limitazioni da lunedì a venerdì) non si attua nella giornata festiva di lunedì 5/4/2021;

B) Su tutta l'area del centro abitato di "Bologna" nella fascia oraria dalle 8,30 alle 18.30 delle seguenti domeniche :

- 24/01/2021, 31/01/2021, 07/02/2021, 14/02/2021, 21/02/2021, 28/02/2021, 07/03/2021, 14/03/021, 21/03/2021, 28/03/2021, 11/04/2021, 18/04/2021, 25/04/2021 divieto di circolazione dinamica per tutti i veicoli a motore eccetto;

1) con accensione comandata (benzina) omologati Euro 3 o successive (conformi direttive 91/542, 94/12 o successive),

2) con accensione spontanea (diesel) omologati Euro 5 o successive (conformi direttive 98/69/CE B2 o successive),

3) ciclomotori e motocicli omologati Euro 2 o successive (conformi direttiva 97/24/CE e successive).

MISURE EMERGENZIALI 

C) L'adozione delle seguenti misure emergenziali attivate quando le verifiche effettuate da Arpae, sulla base del proprio sistema modellistico integrato di valutazione e previsione meteorologica e di qualità dell'aria, indicano la probabilità di superamento del valore limite giornaliero del PM10 per tre giorni a decorrere da quello di controllo. Le misure emergenziali entrano in vigore il giorno successivo a quello di controllo, stabilito nei giorni di lunedì, mercoledì e venerdì e permangono fino al giorno di verifica seguente:
su tutta l'area del centro abitato di "Bologna" a fare data dal 14/01/2021 fino al 30/04/2021, compreso, nella fascia oraria dalle 8.30 alle 18.30, il blocco della circolazione dinamica per tutti i veicoli a motore eccetto:

1) con accensione comandata (benzina) omologati Euro 3 o successive (conformi direttive 98/69 CE o successive),

2) con accensione spontanea (diesel) omologati Euro 5 o successive (conformi direttive 2005/55/CE B2 o successive),

3) ciclomotori e motocicli omologati Euro 2 o successive (conformi direttiva 97/24 CE cap.5 fase II o successive).

Le verifiche e le previsioni effettuate da Arpae sono rese note mediante pubblici avvisi, ai sensi della normativa Pair 2020.

Sono esclusi dal divieti di circolazione di cui ai precedenti punti A) B) e C) i seguenti veicoli

A) autoveicoli con almeno tre persone a bordo (car-pooling) se omologate a quatto o più posti oppure con almeno 2 persone a bordo se omologati a 2/3 posti,

B) elettrici o ibridi dotati di motore elettrico,

C) funzionanti a metano/benzina o gpl/benzina omologati Euro 2 e successivi (conformi direttiva 91/542/CEE o 94/12 CEE o successive) D) autoveicoli immatricolati come autoveicoli per trasporti specifici ed autoveicoli per usi speciali, come definiti dall'art. 54 comma 2 del Codice della Strada e dall'art. 203 del Regolamento di Esecuzione e Attuazione del Codice della Strada.

Per ulteriori deroghe ed esclusioni si rimanda all’ordinanza completa.

BIOMASSE LEGNOSE

Dal 01/10/2020 al 30/04/2021 il rispetto dei seguenti obblighi, divieti e limitazioni secondo le seguenti modalità:
- nelle unità immobiliari dotate di riscaldamento multi combustibile, divieto di utilizzo di biomassa legnosa nei generatori di calore con classe di prestazione emissiva inferiore a “3 stelle” (così come definito nell'Allegato I del Decreto del Ministero dell0'Ambiente n. 186 del 7 novembre 2017) e nei focolari aperti o che possono funzionare aperti;
- obbligo di utilizzo, nei generatori di calore a pellet di potenza termica nominale inferiore ai 35 kW, di pellet certificati conformi alla classe A1 della norma UNI EN ISO 17225-2 da parte di un organismo di certificazione accreditato, oltre che di rispetto delle tipologie di combustibile previste dall'Allegato X, Parte II, sezione 4, paragrafo 1, lettera d) della parte V del D.Lgs n. 152/2006, ossia "Materiale vegetale prodotto dalla lavorazione esclusivamente meccanica di legno vergine e costituito da cortecce, segatura, trucioli, chips, refili e tondelli di legno vergine, granulati e cascami di legno vergine, granulati e cascami di sughero vergine, tondelli, non contaminati da inquinanti";
- l'adozione delle seguenti misure emergenziali da attivare quando le verifiche effettuate da ARPAE, sulla base del proprio sistema modellistico integrato di valutazione e previsione meteorologica e di qualità dell’aria, indicano la probabilità di superamento del valore limite giornaliero del PM10 per tre giorni a decorrere da quello di controllo:
1) divieto di utilizzo di generatori di calore domestici alimentati a biomassa legnosa (in presenza di un impianto alternativo) con classe di prestazione emissiva inferiore a “4 stelle” ;
2) divieto di combustione all´aperto di qualsiasi tipologia (residui vegetali, falò, barbecue, fuochi d´artificio, ecc.) anche relativamente alle deroghe di cui all´art. 182, c. 6-bis del D.Lgs. 152/2006;
3) abbassamento del valore massimo della temperatura negli ambienti riscaldati che non deve superare i 19°C nelle case, negli uffici, nei luoghi per le attività ricreative, associative o di culto, nelle attività commerciali e che non deve superare i 17°C nei luoghi che ospitano attività industriali ed artigianali.

Le verifiche e le previsioni effettuate da Arpae sono rese note mediante pubblici avvisi, ai sensi della normativa vigente (PAIR 2020), e disponibili sul sito www.arpae.it