Sezione regionale catasto rifiuti

Il CTR Rifiuti di Arpae, in qualità di Sezione regionale del Catasto Rifiuti, ai sensi dell’art. 189 del D. Lgs. 152/2006 e della DGR 1620/2001 e s.m.i. gestisce il sistema informativo della Regione Emilia-Romagna in materia di rifiuti, costituito da:

  • applicativo web Orso - dati produzione e modalità di gestione rifiuti urbani e speciali:
    - modulo comuni: produzione e gestione dei rifiuti urbani (quantitativi mensili suddivisi per modalità di raccolta, frequenze di raccolta, trasportatore, impianti di prima destinazione, ecc.), dettagli centri di raccolta, compostaggio domestico, ecc.
    - modulo impianti: contiene i dati gestionali degli impianti di recupero e smaltimento operanti in regione
  • banca dati MUD - dati produzione e modalità di gestione rifiuti speciali
  • inventario  apparecchiature contenenti PCB
  • Il principale compito  del CTR rifiuti è garantire  un costante e corretto aggiornamento delle banche dati gestite al fine di assicurare la  costituzione di una base conoscitiva utile alle attività di monitoraggio, pianificazione e controllo ambientale nel settore dei rifiuti.

Il CTR rifiuti inoltre, secondo quanto stabilito dalla normativa nazionale e regionale, svolge anche i seguenti compiti:

  • organizzazione dei dati di raccolta e gestione dei rifiuti urbani;
  • gestione della banca dati MUD sulla produzione, smaltimento e recupero dei rifiuti a partire dall’anno 1995,
  • bonifica, validazione ed elaborazione dei dati MUD;
  • gestione dell’inventario degli apparecchi contenenti PCB;
  • fornire dati e supporto alle altre strutture ARPAE e agli Enti, alle amministrazioni pubbliche e agli organi di controllo esterni.

Nell’ambito delle sue attività il CTR è il supporto tecnico alla Regione per la predisposizione e monitoraggio del Piano Regionale di Gestione dei Rifiuti.

Dal 2004 il CTR predispone annualmente le elaborazioni per il Report che fornisce il quadro conoscitivo a scala regionale sulle modalità di gestione dei rifiuti urbani e speciali.
Dal 2010 elabora i dati e mappa i flussi di raccolta differenziata alla base della campagna di comunicazione organizzata dalla Regione Emilia-Romagna «Chi li ha visti».

ultima modifica 2020-12-21T10:59:11+02:00