Temi ambientali
Arpae in regione
Arpae Emilia-Romagna
Ti trovi in : Arpae / Campi elettromagnetici / Utilità / Normativa /

Normativa - Campi elettromagnetici

NORMATIVA EUROPEA

  • Raccomandazione 1999/512/CE 12 luglio 1999, "Raccomandazione del Consiglio relativa alla limitazione dell´esposizione della popolazione ai campi elettromagnetici da 0 Hz a 300 GHz", GU C 30 luglio 1999, n. L 199
  • Direttiva 2013/35/UE del Parlamento europeo e del Consiglio, del 26 giugno 2013 (GU 29 giugno 2013, n. L 179), sulle disposizioni minime di sicurezza e di salute relative all’esposizione dei lavoratori ai rischi derivanti dagli agenti fisici; il provvedimento stabilisce prescrizioni minime di protezione dei lavoratori contro i rischi riguardanti gli effetti biofisici diretti e gli effetti indiretti noti, provocati a breve termine dai campi elettromagnetici

NORMATIVA NAZIONALE

  • Legge 31/07/1997, n. 249 (in SO n.154, relativo alla G.U. 31/07/1997, n.177 e successivi aggiornamenti) “Istituzione dell´Autorità per le garanzie nelle comunicazioni e norme sui sistemi delle telecomunicazioni e radiotelevisivo”
  • Legge quadro 22/02/2001, n. 36 (G.U. 08/03/2001, n. 55) "Legge quadro sulla protezione dalle esposizioni a campi elettrici, magnetici ed elettromagnetici"
  • Il decreto legge 18 ottobre 2012, n. 179 (in SO n.194, relativo alla G.U. 19/10/2012, n.245) , convertito con modificazioni dalla L. 17 dicembre 2012, n. 221 (in S.O. n. 208, relativo alla G.U. 18/12/2012, n. 294) all’art. 14, comma 9 e 10, indica la regione come soggetto competente ad irrogare le sanzioni amministrative relativamente al superamento dei limiti di esposizione e dei valori di attenzione rispettivamente per le alte e basse frequenze, e al mancato rispetto dei limiti e dei tempi di attuazione dei piani di risanamento.

NORMATIVA REGIONE EMILIA-ROMAGNA

NORMATIVA TECNICA