Temi ambientali
Arpae in regione
Arpae Emilia-Romagna
Ti trovi in : Arpae / UV Radiazioni ultraviolette / Argomenti / Fototipi /

Fototipi

 

Esiste una grande variabilità individuale rispetto al tempo di esposizione alla radiazione solare oltre il quale si manisfesta l´eritema. Trascurando le questioni legate all´età, alla presenza di patologie e all´uso di farmaci, tale variabilità dipende soprattutto dal tipo di pelle di ogni individuo e cioè, in gergo più tecnico, dal suo fototipo. I fototipi vengono raggruppati in categorie e più basso è l´indice del fototipo e maggiori sono le probabilità di scottarsi. Conoscere il proprio fototipo è quindi importante perché ci permette di valutare correttamente il tempo ottimale di esposizione al sole in una determinata fascia oraria e in una precisa giornata. A tale proposito esistono delle tabelle che forniscono l´indicazione dei tempi di arrossamento in dipendenza dal fototipo e dall´intensità della radiazione UV e che permettono di valutare, almeno in condizioni standard di esposizione, i tempi limite per l´esposizione. 

Sebbene esistano classificazioni della pelle più complesse, la classificazione più usata è quella in quattro fototipi.

 

La popolazione italiana è costituita prevalentemente da soggetti di media sensibilità (fototipi B e C).