Temi ambientali
Arpae in regione
Arpae Emilia-Romagna
Ti trovi in : Arpae /

"Chi li ha visti?": la nuova indagine sui rifiuti in Emilia-Romagna

La sesta edizione della campagna che ricostruisce il percorso dei rifiuti e i dati sul loro recupero.

(11/12/18) 

Chi li ha visti?Cosa accade ai rifiuti che produciamo ogni giorno? Quanti vengono recuperati? E cosa diventano?

Per rispondere a questi interrogativi la Regione Emilia-Romagna ha realizzato la sesta edizione della campagna “Chi li ha visti?", che ricostruisce il percorso dei nostri rifiuti e divulga i dati sul loro recupero.

Obiettivo della campagna, realizzata in collaborazione con Arpae e il sostegno di Conai, è dimostrare che la raccolta differenziata, soprattutto se fatta con cura, garantisce ai rifiuti una nuova vita e che con un po´ di impegno possiamo migliorare.

Nel 2017 il 57% dei rifiuti urbani prodotti è avviato a  riciclaggio ma l´obiettivo della Regione Emilia Romagna e di arrivare al 70% entro il 2020.

Più del 70% dei rifiuti che raccogliamo in modo differenziato sono inviati a impianti di recupero dentro i confini regionali

Abbiamo fatto molto per dare una nuova vita ai rifiuti che produciamo riciclandoli ed ora ci aspetta una nuova sfida: la prevenzione. Per questo abbiamo individuato dieci mosse vincenti per evitare di far entrare nelle nostre case materiali inutili, destinati a diventare rifiuti.

I materiali informativi della sesta edizione di “Chi li ha visti?” (dati 2017) sono scaricabili dai link a fondo pagina e sono a disposizione nei principali uffici pubblici della Regione e presso i centri di educazione ambientale.

Per chi fosse interessato a divulgare i temi trattatati dalla campagna, la Regione mette a disposizione una mostra itinerante costituita da 10 pannelli per l´esposizione temporanea in occasione di iniziative, eventi, fiere, convegni sul tema dei rifiuti e della sostenibilità.

Per informazioni e prenotazioni potete contattare il Servizio giuridico dell’ambiente, rifiuti (tel. 051.527.6003-6822, e-mail servrifiuti@regione.emilia-romagna.it).

 

I materiali:

Fonte: Regione Emilia-Romagna



Versione stampabileVersione stampabile