Temi ambientali
Arpae in regione
Arpae Emilia-Romagna
Ti trovi in : Arpae /

Per l´economia circolare, servono prodotti e servizi più smart

Un rapporto Eea analizza i temi del design industriale e i trend di produzione e consumo per favorire un´economia più sostenibile.

(12/06/17) 

Lanciato al World Circular Economy Forum di Helsinki, il rapporto dell´Agenzia europea per l´ambiente (EEA) "Circular by design - products in the circular economy" affronta specificamente cosa guida la progettazione industriale e come i trend emergenti di produzione e consumo possano favorire o ostacolare un uso dei materiali più circolare e più efficiente.

Attualmente, la progettazione dei prodotti si basa sul modello lineare "crea-usa-smaltisci", fortemente dipendente dalla disponibilità di materie prime e energia relativamente economiche e abbondanti. Ciò ha portato a crescenti problemi ambientali, tra cui una maggiore produzione di rifiuti, di emissioni di carbonio e la perdita di biodiversità.

L´economia circolare porta con sé la promessa di un uso più efficiente e sostenibile dei materiali. Il valore dei materiali e dei prodotti dovrebbe essere mantenuto il maggiore possibile per il maggior tempo possibile. Ciò riduce la necessità di nuovi materiali ed energia e può portare a minori emissioni di carbonio. Si abbassano anche le pressioni ambientali legate al ciclo di vita dei prodotti  - dall´estrazione delle materie prime, all´energia utilizzata per produrre le merci e al loro utilizzo, fino allo smaltimento del prodotto in discariche o inceneritori.

In questo contesto, l´efficienza nell´uso delle risorse e la riduzione dei rifiuti, attraverso il miglioramento della capacità di riutilizzare, riparare o riciclare i prodotti sono fondamentali. Il rapporto EEA sottolinea che il miglioramento della capacità di riutilizzo e riparazione dei beni può offrire importanti benefici ambientali ed economici incoraggiando, ad esempio, innovazioni nella progettazione di prodotti meno dannosi per l´ambiente e servizi basati sul prodotto.

Le tendenze principali

Anche se l´economia lineare può essere profondamente radicata, le tendenze emergenti di produzione e consumo indicano che il ruolo dei prodotti nella società sta cambiando, con potenziali benefici per un utilizzo circolare dei materiali. Ad esempio, nuove tecnologie, come la stampa 3D, possono ridurre il numero di materiali utilizzati in un prodotto e possono essere usate per stampare parti di ricambio, stimolando la riparazione dei prodotti. Tuttavia, tali sviluppi possono essere anche una barriera per il riciclaggio, se la tecnologia porta a complessi miscugli di materiali diversi integrati in un unico prodotto.

Il quadro complessivo delle tendenze esaminate nel rapporto non è univoco. Molto dipenderà dalle scelte politiche e dagli incentivi finanziari per trasformare le attività di nicchia più promettenti in modelli economici predominanti. Il rapporto sottolinea inoltre che per una governance efficace è necessaria una migliore conoscenza dei legami tra i prodotti, il loro modello di business sottostante e il comportamento dei consumatori.

 

Vai al rapporto "Circular by design - products in the circular economy"

Fonte: EEA

 

Sul tema dell´economia circolare, vedi anche Ecoscienza n. 2/2017

 

Economia circolare in breve

Schema semplificato di economia circolare di materia ed energia



Versione stampabileVersione stampabile