Temi ambientali
Arpae in regione
Arpae Emilia-Romagna
Ti trovi in : Arpae / Idro-Meteo-Clima /

I-STORMS un progetto per la gestione del rischio dovuto a mareggiate

Un nuovo progetto comunitario in ambito Adriatico-Ionico per lo sviluppo di strategie di allertamento e di intervento in caso di mareggiate intense.

(20/04/18) 

E´ cominciato a gennaio 2018 il progetto I-STORMS - Integrated Sea sTORm Management Strategies finanziato dal Programma europeo Interreg V-B Adriatic Ionian (ADRION) con 1,4 milioni di euro per due anni di attività. 

Il progetto si propone di promuovere la cooperazione transnazionale per sviluppare strategie comuni per la salvaguardia dell´area Adriatico-Ionica dalle emergenze delle mareggiate, attraverso la condivisione delle conoscenze, dei dati e delle previsioni meteo-marine. Si intende così migliorare la capacità di allertamento precoce e di protezione civile, arrivando a definire delle linee guida e una strategia a scala di bacino.


Oltre al Comune di Venezia (rappresentato dal Settore Ricerca fonti di finanziamento e Politiche comunitarie e dal Settore Protezione civile, Rischio industriale e Centro previsione e segnalazione maree), che è il capofila, il progetto vede come partner il CNR-ISMAR di Venezia, il Servizio Idro Meteo Clima di Arpae Emilia Romagna, la Protezione civile della Regione Puglia, l´Agenzia slovena per l´Ambiente (ARSO), il Servizio Meteorologico e Idrologico croato (DHMZ), il Consiglio Regionale di Durazzo e l´Istituto di Geoscienze, Energia, Acqua e Ambiente albanese (IGEWE) e infine l´Unione regionale delle Municipalità d´Epiro (Grecia).

Tra le attività e gli strumenti di progetto che si intendono sviluppare, oltre alla stesura delle linee guida e la definizione della strategia per il miglioramento delle capacità di allertamento e intervento, vi sono la creazione di un atlante delle mareggiate per mappare le aree costiere maggiormente esposte a rischio, una piattaforma informatica per l´aggregazione di dati osservati e simulati forniti dai paesi coinvolti e che concorreranno all´armonizzazione delle previsioni dei rischi e delle emergenze in mare e sulla costa, e un´applicazione per telefoni cellulari e tablet per un facile accesso alle informazioni e ai messaggi di allertamento. E´ prevista, infine, l´istituzione di un tavolo permanente di discussione a livello di bacino Adriatico-Ionico per valutare annualmente sviluppi e strumenti relativi alle tematiche del progetto.

Per maggiori informazioni: Andrea Valentini avalentini@arpae.it



Versione stampabileVersione stampabile