Ti trovi in : Arpae /

copertina Ecoscienza 4/2015

Ecoscienza 4/2015

In questo numero

Difendere l’ambiente per salvare l’umanità. Dall’enciclica Laudato si’ un nuovo paradigma.
L´enciclica ambientale di papa Francesco può rappresentare un caposaldo e forse una svolta nel dibattito ecologico, dal quale non si potrà prescindere, al di là degli orientamenti filosofici e religiosi di chi affronta questi temi. Al centro della riflessione c’è l’unione imprescindibile dei temi ecologici, economici e sociali, coniugati nel paradigma dell’ecologia integrale, che considera le problematiche del pianeta e dell’umanità tra loro correlate.

I nuovi reati ambientali. Legge 68/2015, cosa cambia per gli organi di polizia ambientale.
La legge sugli ecoreati disegna un nuovo assetto della tutela penale dell’ambiente; i contenuti sostanziali e le dinamiche procedimentali conseguenti all’applicazione della legge richiedono che tutti i soggetti coinvolti (tra cui il sistema delle agenzie ambientali) agiscano con un orientamento comune. Non mancano alcune criticità applicative, per le quali si attendono più precise indicazioni da parte delle autorità competenti.

Valutazioni ambientali. L’evoluzione della normativa e delle procedure, le buone pratiche.
VAS, VIA, VINCA, AIA, AUA, VIIAS identificano le principali procedure di valutazione ambientale previste dalla normativa italiana, anche in applicazione di direttive europee. La partecipazione e l’informazione al pubblico, la semplificazione amministrativa e la comunicazione efficace tra enti, imprese e cittadini sono obiettivi prioritari da perseguire in tutte le procedure di valutazione ambientale, e proprio in questa direzione evolve la normativa europea.

Riordino istituzionale in Emilia-Romagna
Con la legge regionale 13/2015, la Regione Emilia-Romagna, prima in Italia, ha ridefinito compiti e funzioni in seguito all’abolizione delle province. Molte le novità in materia di ambiente, energia e protezione civile. Anche per Arpa la riforma porterà una trasformazione: i valori alla base del nuovo assetto sono l’efficientamento dei processi, la garanzia di omogeneità degli interventi e la terzietà.

Cop21, in cerca di accordo per un futuro sostenibile
La ventunesima Conferenza delle parti Unfccc (Parigi, 30 novembre-11 dicembre 2015) dovrà porre le basi per un nuovo accordo globale sul cambiamento climatico, con l’obiettivo di contenere il riscaldamento entro i 2°C. Attese e speranze per un vertice chiamato ad accelerare la transizione verso un mondo a basso tasso di emissioni.

Tra gli altri argomenti: l´alluvione nel piacentino e il tornado in veneto.

Altre novità nelle rubriche Legislazione news, Libri ed Eventi.

Vai a Ecoscienza 4/2015, versione sfogliabile

Scarica Ecoscienza 4/2015 (pdf)

Vai agli altri numeri di Ecoscienza 

ISSN 2039-0432

"Per favore, siate custodi della creazione, dell´altro, dell´ambiente" Papa Francesco

 

Tutti gli articoli di Ecoscienza sono rilasciati con licenza Creative Commons Attribuzione - Non commerciale - Condividi allo stesso modo 4.0 Internazionale

CC BY-NC-SA

Luglio 2015, un tornado nell’entroterra veneziano
Adriano Barbi, Massimo Enrico Ferrario, Marco Monai

Cambiamento Climatico – COP21

In cerca di accordo per un futuro sostenibile
Daniele Violetti, Hernani Escobar Rodriguez

La lunga strada verso Parigi
Federico Antognazza, Federico Brocchieri, Sergio Castellari

Un accordo globale, il vertice sarà un successo?
Karl-Ludwig Schibel

Il cambiamento climatico come sfida etica e politica
Matteo Mascia

Enciclica Laudato si'

Ecoreati

Riordino istituzionale

Strumenti di valutazione ambientale

Rubriche

Legislazione news

Libri

Allineamento Verticale