Cosa fa Arpae siti contaminati

In Arpae, le Aree Autorizzazioni e concessioni (AAC), per conto dell’autorità competente, Regione Emilia-Romagna, effettuano attività relative al processo di rilascio di autorizzazione gestione siti contaminati mentre le Aree Prevenzione Ambientale (APA), effettuano attività di controllo inerenti caratterizzazione monitoraggio, bonifica e restituzione dei siti contaminati.

Nella gestione dei siti contaminati la normativa di riferimento (Titolo V della Parte IV del D.Lgs. 152/06 e s.m.i.) attribuisce ad Arpae, nelle sue due differenti vesti istituzionali, specifiche competenze nelle fasi:

  • procedurali, operative e amministrative (Art. 242);
  • di ordinanza (Art. 244);
  • di controllo (Art.248).

Le attività che svolgono le Aree Autorizzazioni e concessioni di Arpae sono:

  • verifiche e attività istruttorie nell'ambito dei procedimenti di messa in sicurezza e di bonifica dei siti contaminati;
    comunicazione di potenziale contaminazione;
  • ricerca responsabile della contaminazione;
  • gestione delle conferenze di servizi nell'ambito dei procedimenti di messa in sicurezza e di bonifica dei siti contaminati;
  • autorizzazione del Piano di Caratterizzazione, dell'Analisi di Rischio, del Progetto operativo di bonifica/messa in sicurezza operativa o permanente, del Piano di Monitoraggio
    certificazione di avvenuta bonifica e di messa in sicurezza permanente.

Le attività che svolgono le Aree di Prevenzione Ambientale di Arpae sono:

  • sopralluoghi e controlli sul sito durante l’esecuzione delle indagini, per verificare che queste siano conformi ai protocolli approvati;
    determinazioni analitiche nelle proprie sedi laboratoristiche;
  • valutazioni tecniche dei documenti progettuali da approvare nell’ambito delle Conferenze dei Servizi convocate dagli Enti responsabili di procedimento;
    sopralluoghi e controlli nel corso della realizzazione degli interventi di bonifica;
  • collaudo finale della bonifica tramite sopralluoghi, campionamenti e verifiche analitiche, per accertare il raggiungimento degli obiettivi di bonifica fissati per le diverse matrici ambientali coinvolte.
ultima modifica 2020-11-27T20:45:37+02:00