Temi ambientali
Arpae in regione
Arpae Emilia-Romagna
Ti trovi in : Arpae / Acqua /

Le caratteristiche degli acquiferi della regione Emilia-Romagna

Report 2003

Sulla traccia di quanto espresso dal Piano Regionale di Tutela delle Acque, in attuazione del Decreto Legislativo 152/99, il documento propone una lettura particolareggiata del territorio, suddiviso nei vari complessi idrogeologici (conoidi e piane alluvionali), e con l´ausilio delle risultanze delle misure riferite agli anni piú recenti (2002-2003) e attraverso confronti con gli anni pregressi, intende rappresentare un prodotto di sintesi, orientato a ulteriori approfondimenti.

Per la redazione del documento si è fatto riferimento sia alla classificazione dei corpi idrici sotterranei contenuti nel Piano Regionale di Tutela delle Acque, sia alla rete di monitoraggiodelle acque sotterranee già esistente, che è stata recentemente ristrutturata sulla base delle esigenze derivanti dalla suddetta nuova classificazione. L´articolazione del documento, effettuata attraverso la suddivisione del territorio regionale nelle conoidi e nei complessi della pianura alluvionale, ha lo scopo di fornire un contributo concreto alle amministrazioni locali ed agli studiosi, nell´approfondimento delle peculiarità e criticità locali, quali reti di monitoraggio provinciali per nitrati, fattori contaminanti, indagini geognostiche, ecc. a partire da un inquadramento dell´acquifero dettagliato, aggiornato e coerente con i piú recenti dettati legislativi.

Il report è disponibile in versione cartacea presso la Sezione Provinciale di Reggio Emilia - Eccellenza "Ecosistemi idrici interni".

Sezione Provinciale di Reggio Emilia, Via Amendola, 2 - 42100 Reggio Emilia - centralino 0522.336011



A. Fava, M. Farina, M. Marcaccio

Anno riferimento: 2003

Le caratteristiche degli acquiferi della regione Emilia-Romagna

Anno pubblicazione: 2005


Allegato File Allegati


Materia: Acqua

Nodi: ex Arpae Reggio Emilia vedi Area Ovest

Tipologia: Tecnico/istituzionali