Temi ambientali
Arpae in regione
Arpae Emilia-Romagna
Ti trovi in : Arpae / Amministrazione trasparente / Personale /

Piano per l´utilizzo del telelavoro

 

Adempimento previsto dall’art. 9, comma 7, D.L. n. 179/2012 convertito nella L. n. 221/2012.

In Arpae Emilia-Romagna è attivo il telelavoro c.d. "da centro satellite" che si configura quale svolgimento, da parte del dipendente, dell’attività lavorativa presso la sede di una struttura diversa da quella di appartenenza e più vicina al luogo di residenza e/o dimora abituale, anche limitatamente ad alcuni giorni della settimana/del mese.

A fare data dal 2017 è stato attivato, inoltre, il telelavoro domiciliare che consente al lavoratore di svolgere l´attività lavorativa presso la sede del domicilio. 

Sono ammessi a fruire del telelavoro i dipendenti (ad eccezione del personale dirigente) assunti con rapporto di lavoro subordinato a tempo indeterminato e che risultino avere superato il periodo di prova.

Non possono costituire oggetto di telelavoto le seguenti attività:

 

- le attività di vigilanza e controllo ambientale;
- le attività laboratoristiche;
- le attività di monitoraggio ambientale;
- le attività di “sala operativa” e di “centro funzionale” del Servizio Idro-Meteo-Clima;

- le attività di front-office;

- le attività di autorizzazione e concessione.

Con riferimento al 2017 (periodo: 01/12/2016 - 30/11/2017) i dipendenti che fruiscono del telelavoro da centro satellite sono n. 24.

Per quanto riguarda il telelavoro domiciliare, con riferimento all´annualità 2017/2018, i dipendenti che fruiscono dell´istituto sono n. 40.

Per una disamina dettagliata della disciplina del telelavoro in Arpae Emilia-Romagna è possibile consultare il documento Telelavoro: progetto e relativa disciplina concernente lo svolgimento - da parte del personale di Arpa Emilia Romagna - dell’attività lavorativa presso la sede di un Nodo diverso da quello di appartenenza”, allegato al Verbale di concertazione sottoscritto dall’Agenzia e dalle OO.SS. e RSU aziendali il 28/05/2013 (Rep. 220/2013) ed al "Progetto e relativa disciplina concernente il telelavoro domiciliare in Arpae Emilia-Romagna" approvata con DDG n. 147/2016.