Temi ambientali
Arpae in regione
Arpae Emilia-Romagna
Ti trovi in : Arpae / Struttura Daphne / In Daphne / Progetti /

Conchiglie

Le conchiglie che rinveniamo abitualmente sulle spiagge adriatiche sono strutture biologiche che appartengono principalmente al grande gruppo animale dei molluschi. Queste strutture rigide e dure proteggono esternamente e sostengono questi animali, dal corpo molle e senza scheletro, e sono formate da sostanze inorganiche che i molluschi estraggono dall’acqua di mare. La conchiglia compare già nello stadio larvale e si accresce per la regolare e periodica aggiunta di nuovi strati in corrispondenza del suo margine libero, dove si osservano numerose striature di accrescimento.
Le conchiglie possono essere anche interne come nel caso delle seppie, totani e calamari; molluschi appartenenti alla classe dei cefalopodi. La seppia presenta il caratteristico osso di seppia, che ha una forma affusolata e funge da sostegno ma è anche implicata nel galleggiamento dell’animale. Nei totani e nei calamari invece la conchiglia si assottiglia fino a prendere le sembianze di una penna (o gladio) trasparente e affusolata. I molluschi sono un gruppo molto differenziato e numeroso: costituiscono infatti il secondo raggruppamento animale per numero di specie (oltre 110.000). Si dividono in otto classi diverse ma in Adriatico le conchiglie più presenti sono quelle dei bivalvi seguite dai gasteropodi.


Conchiglie alto Adriatico


Clicca qui per vedere le schede delle principali Conchiglie dell’Adriatico e scoprire alcune delle loro caratteristiche.