Temi ambientali
Arpae in regione
Arpae Emilia-Romagna
Ti trovi in : Arpae /

Acque sotterranee, disponibili i dati delle reti del Marecchia

Dati 2001-2019 della rete di dettaglio della conoide del Marecchia e della rete del progetto di ricarica.

(27/01/20) 

Sono disponibili i dati relativi ai monitoraggi delle acque sotterranee per la rete di dettaglio della conoide del fiume Marecchia (dati dal 2001 al 2019) e la rete del progetto di ricarica della stessa conoide (dati dal 2014 al 2019). 

La rete di dettaglio della conoide del fiume Marecchia rappresenta un esempio di monitoraggio locale dedicato all’importante conoide riminese. Nasce nei primi anni 2000, stabilizzando dal 2006 un rilievo trimestrale su 72 punti di monitoraggio coprendo tutta la conoide, dalla parte più a monte (all’altezza di Villa Verucchio) sino al suo sbocco a mare (Rimini e Bellaria). In questi anni la rete è stata gestita dalla Provincia di Rimini.

A partire dal 2008, il ripetersi di periodi siccitosi ha portato alla necessità di integrare il monitoraggio con maggiori frequenze su di un sottoinsieme scelto di punti di misura. Sono stati quindi individuati 36 pozzi/piezometri rappresentativi della porzione centrale e distale della conoide sui quali sono state intensificate le misure in specifici periodi dell’anno.

Dal mese di settembre 2015, le misure piezometriche proseguono con 4 misure all’anno sul sottoinsieme dei 36 punti della porzione centrale e distale della conoide e sono effettuate da Arpae e dal Servizio Geologico, sismico e dei suoli della Regione Emilia-Romagna. Con alcune integrazioni più recenti i punti della rete sono diventati 41. Alla rete della conoide del Marecchia appartengono 5 punti di misura sui quali viene effettuato anche il monitoraggio regionale per la qualità ambientale, ai sensi della direttiva 2000/60/CE.

La rete del progetto di ricarica della conoide Marecchia rappresenta un esempio di monitoraggio a supporto di un progetto specifico, avviato a cura della Regione Emilia-Romagna con una sperimentazione di due anni a partire dal mese di febbraio del 2014.
La rete è costituita da 24 pozzi/piezometri nelle immediate vicinanze del lago di ricarica (lago Incal System) e si innesta all’interno della più ampia rete di dettaglio della conoide del Marecchia con la quale condivide 3 punti di misura, uno dei quali appartenente anche alla rete di monitoraggio regionale per la qualità ambientale, ai sensi della direttiva 2000/60/CE.
Le misure vengono effettuate da Arpae e Regione Emilia-Romagna, Servizio Geologico, sismico e dei Suoli, in base ad uno specifico Protocollo di intesa.


Vai ai dati

Per approfondire: 

La ricarica della conoide alluvionale del Fiume Marecchia (Rimini) (Regione Emilia-Romagna)

 

Notizie collegate

Il progetto per la ricarica della conoide del fiume Marecchia (28/05/2018)






Versione stampabileVersione stampabile