Temi ambientali
Arpae in regione
Arpae Emilia-Romagna
Ti trovi in : Arpae /

Salviamo il mare dalla plastica: online Ecoscienza 1/2020

Tra gli argomenti nuove regole per le acque di balneazione, clima e Cop25, qualità dell’aria nel bacino padano.

(27/02/20) 

Al centro del nuovo numero della rivista un approfondimento sulle conoscenze utili ad affrontare il problema dell’inquinamento dovuto a plastiche e microplastiche in mare. In fatto di acque di balneazione – l’altro principale argomento trattato in Ecoscienza – l’Emilia-Romagna adotta un nuovo approccio preventivo nel sistema dei controlli in relazione agli “inquinamenti di breve durata”.

Salviamo il mare dalla plastica
Attività e progetti per conoscere e affrontare il crescente problema dei rifiuti e delle microplastiche nei mari.

Sta crescendo la consapevolezza (e la preoccupazione) per l’inquinamento di mari e oceani dovuto alla presenza di rifiuti, in gran parte di materiale plastico. La conoscenza del fenomeno è cresciuta e tuttora sono in corso molti studi e progetti per tracciare un quadro più esauriente e valutare gli effetti della presenza di plastiche e microplastiche negli ecosistemi. Per individuare soluzioni al problema delle plastiche e delle microplastiche, occorre affrontare questioni normative, sociali, economiche e tecnologiche.

Nuove regole per le acque di balneazione
L’approccio preventivo per le acque di balneazione in Emilia-Romagna.

L’approccio dei Piani di sicurezza delle acque, elaborati per le acque potabili dall’Organizzazione mondiale della sanità, può essere esteso anche alla gestione delle acque di balneazione. L’approccio preventivo alla gestione delle acque di balneazione –  in particolare per gli episodi di “inquinamento di breve durata” – è una delle priorità per l’Emilia-Romagna, dal momento che l’impostazione normativa dell’attuale sistema di monitoraggio e controllo rischia spesso di disattendere l’obiettivo di tutela della salute.

Tra gli altri argomenti di attualità alcune riflessioni sullo spostamento delle aspettative disattese nella Cop25 di Madrid sul clima alla sede di Cop26 di Glasgow e la complessa problematica della qualità dell’aria nel bacino Padano.

Altre novità nelle rubriche Legislazione news, Osservatorio ecoreati, Libri, Eventi

Vai a Ecoscienza 1/2020, versione sfogliabile

Scarica Ecoscienza 1/2020 (pdf)

Vai a homepage Ecoscienza

/Chiuso in redazione il 19 febbraio 2020

 



Versione stampabileVersione stampabile