Temi ambientali
Arpae in regione
Arpae Emilia-Romagna
Ti trovi in : Arpae /

Allerta smog a Piacenza, Parma, Reggio Emilia, Modena e Bologna

Scattano le misure emergenziali da martedì 1 a giovedì 3 dicembre compresi.

(30/11/20) 

Entrano in vigore le misure emergenziali per la qualità dell’aria nei comuni Pair della provincia di Piacenza, Parma, Reggio Emilia, Modena e Bologna (vai al Bollettino del 30 novembre 2020).  

Le limitazioni alla circolazione per i veicoli più inquinanti (fino a diesel euro 4) e gli altri provvedimenti emergenziali (vedi sotto), sono attivi a partire da martedì 1° dicembre fino a giovedì 3 dicembre 2020 compresi, giorno di controllo e di emissione del nuovo Bollettino Liberiamolaria.

Situazione

Nel corso della settimana passata condizioni di alta stabilità atmosferica hanno determinato diversi superamenti consecutivi del limite di PM10 in tutto il territorio regionale.

Il transito di una circolazione depressionaria sul bacino del Mediterraneo non è stato in grado di garantire un sufficiente ricambio di aria, per cui diverse province sono rimaste sopra la soglia consentita.

Tendenza per i prossimi giorni

Per la giornata di oggi e per la prima parte della giornata di domani la tendenza sembra essere ancora sfavorevole alla dispersione degli inquinanti e le stime modellistiche non escludono la possibilità di ulteriori superamenti, seppure di minore entità rispetto ai giorni passati, in corrispondenza della pianura centro occidentale.

Solo a partire dalla giornata di mercoledì 2 è atteso un consistente miglioramento della qualità dell´aria a causa di un´avvezione fredda che porterà precipitazioni diffuse e rinforzo della ventilazione.

Sono pertanto attivate le misure emergenziali per le province di Piacenza, Parma, Reggio Emilia, Modena e Bologna.



Misure emergenziali previste dal piano Aria

Si ricorda che il divieto di abbruciamento del materiale vegetale di risulta dei lavori forestali e agricoli è già vigente in base a quanto previsto dall’Ordinanza del presidente della Giunta regionale n. 43 del 20/3/2020. 

 

Approfondimenti: 

 



Versione stampabileVersione stampabile