Temi ambientali
Arpae in regione
Arpae Emilia-Romagna
Ti trovi in : Arpae / Idro-Meteo-Clima /

Ambiente e salute: controllo, precauzione e prevenzione per la vita. Il nuovo numero di Ecoscienza

La versione sfogliabile del n. 3/2011 di Ecoscienza. I temi principali: ambiente e salute, le previsioni meteo da Bernacca allo smartphone, Sistri tra proroghe e incertezze. Il ricordo di Giorgio Celli.

(08/08/11) 

E´ uscito il n. 3/2011 di Ecoscienza. In primo piano un servizio su ambiente e salute. L´ambiente è uno dei determinanti principali della nostra salute, intesa nell´accezione che si riferisce non solo all´assenza di malattia, ma allo stato di benessere psico-fisico. Dalla qualità dell´aria e dell´acqua ai rifiuti, dai cambiamenti climatici alle nanotecnologie, sono molteplici i fattori di questa connessione. L´Oms ha evidenziato ben 85 patologie di origine ambientale, mentre altre criticità come la povertà pesano sul ben-essere delle comunità.
Non è da trascurare l´aspetto economico e la difficile situazione che investe le società moderne, sia quelle in rapida e disordinata crescita, sia quelle che si trovano nel bel mezzo di una condizione post-industriale. Anche le risorse a disposizione della ricerca, del controllo e della prevenzione saranno determinanti per costruire un efficace "sistema salute" nel nostro Paese. Rendere facili per i cittadini stili di vita e comportamenti che aiutano a "stare bene" e che migliorano l´ambiente, anche attraverso processi decisionali partecipati, è una delle sfide globali del futuro.
Questi i temi al centro degli interventi - tra gli altri Paolo Crosignani, Roberto Bertollini, Mariachiara Tallacchini, Fabrizio Bianchi, Liliana Cori - che convergono sulla necessità di una sempre maggiore integrazione dei saperi e delle politiche, anche sulla base di strumenti nuovi e complessi come la valutazione di impatto sulla salute (Vis) per controllare, comprendere e prevenire. Molti i contributi sulla situazione, le esperienze e le prospettive in Emilia-Romagna.

Giorgio Celli. L´istrione, il divulgatore, l´ambientalista
Tra i fondatori dell´ambientalismo scientifico In Italia e pioniere della lotta biologica in agricoltura, Giorgio Celli ci ha lasciato l´11 giugno scorso. Una scomparsa che lascia un grande vuoto, soprattutto per chi, a diverso titolo, si occupa di tutto ciò che comprende scienza, ecologia e divulgazione scientifica. Alessandro Bratti, allievo di Celli, lo ricorda su Ecoscienza.

La previsione meteo, da Bernacca allo smartphone
La meteorologia civile in Italia vive non poche contraddizioni. Da una parte la scienza meteorologica ha compiuto passi da gigante e ancora di più il modo di veicolare le previsioni; dall´altra c´è una frammentazione di enti e competenze. E´ carente l´offerta di formazione strettamente finalizzata alla preparazione di una nuova leva di meteorologi e non è sufficientemente regolamentata la "firma scientifica" delle previsioni.
Nonostante questa condizione non del tutto rosea e un po´ confusa, la domanda di previsioni lievita, a volte fino ad assumere l´aspetto di una vera e propria "ansia da previsione meteo" che contagia tutti, dalla massaia al professionista. E l´offerta è veramente enorme, grazie anche alle nuove applicazioni che vanno oltre internet. Questi i temi approfonditi nel servizio pubblicato in questo numero di Ecoscienza, a partire dall´analisi di Stefano Tibaldi e Luca Mercalli.

Sistri al via tra incertezze e diverse interpretazioni
Dopo il click day dell´11 maggio scorso, facciamo il punto sul percorso normativo che ha portato all´istituzione del sistema di tracciabilità dei rifiuti. L´innegabile potenzialità del sistema si scontra con problemi gestionali e interpretativi che si estendono anche ai profili sanzionatori. Articolate le opinioni degli imprenditori che, pur condividendo principi ispiratori e le finalità del sistema, faticano a riconoscere gli elementi di semplificazione nella gestione dei rifiuti speciali. Sono invece state sottolineate difficoltà applicative, in particolare per le piccole imprese, i costi, l´inadeguatezza tecnologica dei dispositivi necessari e la scarsa integrabilità con i sistemi informatici aziendali, oltre alla difficoltà di rispettare i tempi previsti dalla normativa.
Tutte queste considerazioni hanno contribuito a rinviare ripetutamente l´avvio dell´operatività del Sistri, in una situazione ancora oggi fluida, tutt´altro che definita.

Tra gli altri argomenti trattati in questo numero i vantaggi ambientali ed economici del biotelo in agricoltura, il ritorno delle cicogne in Europa, il progetto Ecomark a Bologna.

Altre notizie di attualità nelle rubriche Legislazione news, Libri ed Eventi.
Segnaliamo in particolare la presentazione del Quaderno di Arpa "Le mareggiate e gli impatti sulla costa in Emilia-Romagna, 1946-2010".

Versione sfogliabile


Ecoscienza 3/2011  

 

A breve saranno disponibili i singoli articoli sul sito web di Ecoscienza



Versione stampabileVersione stampabile