Temi ambientali
Arpae in regione
Arpae Emilia-Romagna
Ti trovi in : Arpae / Modena /

Qualità dell´Aria in Provincia di Modena: report ozono dal 1 gennaio al 30 settembre 2017

Rete di monitoraggio della qualità dell´aria di Modena: in linea i dati dell´ozono relativi alla stagione estiva dell´anno 2017

(23/10/17) 

Il livello di protezione della salute umana e della vegetazione per l’ozono troposferico viene sistematicamente superato ogni anno su gran parte del territorio regionale.

I dati misurati  nel 2017 a Modena evidenziano superamenti della Soglia di Informazioni e del Obiettivo a Lungo Termine  nei mesi più caldi, giugno, luglio e agosto,  periodo  caratterizzato da temperature massime superiori a 33 °C,  condizione particolarmente favorevole alla formazione di questo inquinante. Alti anche i dati relativi al  AOT40 per la protezione della vegetazione.

In generale, i livelli di Ozono sono ancora troppo elevati rispetto ai limiti imposti dalla normativa; per quanto detto la soluzione del problema risulta molto più complessa rispetto ad altri inquinanti.

 L’unico approccio possibile,  volto  ad un miglioramento, è quello individuato dal  PAIR2020 che prevede una riduzione delle concentrazione dei precursori dell’ozono, come indicato sull’ art.12 delle Norme tecniche di Attuazione del Piano:

1. Al fine di tutelare la salute dei cittadini emiliano- romagnoli, nel rispetto della normativa vigente, il Piano persegue la finalità di tutela della qualità dell’aria attraverso la riduzione, rispetto ai valori emissivi del 2010, dei livelli degli inquinanti di seguito elencati:

a) riduzione del 47 per cento delle emissioni di PM10 al 2020;

b) riduzione del 36 per cento delle emissioni di ossidi di azoto (NOx) al 2020;

c) riduzione del 27 per cento delle emissioni di ammoniaca (NH3) al 2020;

d) riduzione del 27 per cento delle emissioni di composti organici volatiti (COV) al 2020;

e) riduzione del 7 per cento delle emissioni di biossido di zolfo (SO2) al 2020.

 2. Il Piano, anche in attuazione dell’articolo 13 del D.Lgs. 155/2010, è volto a perseguire il raggiungimento, al 2020, dei valori obiettivo di cui all’allegato VII del D.Lgs. 155/2010 agendo sulla riduzione delle emissioni dei precursori dell’ozono ovvero sulle principali sorgenti di emissione attraverso misure che non comportino costi sproporzionati rispetto agli obiettivi attesi

La qualità dell´aria a Modena: report ozono dal 1 gennaio al 30 settembre 2017



Versione stampabileVersione stampabile