Temi ambientali
Arpae in regione
Arpa Emilia-Romagna
Ti trovi in : Arpae / Reggio Emilia /

Qualità dell´aria a Reggio Emilia: report mensile di ottobre

Il mese di ottobre è stato caratterizzato dal punto di vista meteorologico, da una spiccata variabilità con prevalenza di aria fredda: complessivamente le temperature sono risultate leggermente inferiori alla media.

(11/11/16) 

  


Il 14 ottobre si è verificato un evento eccezionale di pioggia: in un solo giorno è caduta quasi l’intera pioggia avuta in un mese.

Per quanto riguarda il particolato PM10 e PM2.5 le concentrazioni sono risultate uniformi in tutte le stazioni della rete provinciale, con valori medi di PM10 modesti, pari a 27-29 ­µg/m3, fatta eccezione per la stazione da traffico cittadina, dove la concentrazione media è stata pari a 35 µg/m3. Con l’arrivo dell’alta pressione sono giunte anche le prime nebbie autunnali che hanno dato luogo ai primi superamenti del valore limite giornaliero: 4 superamenti a V.le Timavo e da 1 a 3 i superamenti nel resto delle stazioni della rete. I valori di PM2.5 sono uniformi e compresi tra i 19 ed i 20 µg/m3.

Contenuti tutti gli inquinanti di origine gassosa.

Interessante segnalare che, nella giornata del 25 ottobre a Febbio, la concentrazione di particolato PM10 è stata di 55 µg/m3. Tale valore inusuale, non è certamente imputabile a cause di natura antropica, anche perché la stazione si trova a oltre 1.000 metri di altitudine in prossimità di un bosco. La causa del superamento del valore limite giornaliero, riscontrato anche in altre stazioni situate in Toscana è da attribuirsi ad un transito sull´Appennino, favorito da venti di scirocco, di masse d’aria provenienti dal Nord Africa. Tale fenomeno, peraltro non nuovo, ha comportato la sospensione e la conseguente precipitazione al suolo, di polveri di origine sahariana.

 

scarica il report di ottobre (pdf 1,31 MB)

visualizza e scarica i report precedenti

Che cos´è l´Indice di Qualità dell´Aria



Versione stampabileVersione stampabile