Temi ambientali
Arpae in regione
Arpae Emilia-Romagna
Ti trovi in : Arpae / Reggio Emilia /

Qualità dell´aria a Reggio Emilia: report mensile di Giugno

Il mese di giugno è stato caratterizzato, dal punto di vista meteorologico, dalla persistenza dell’anticiclone, con qualche sporadica perturbazione atlantica; dopo un mese di maggio piovoso l’estate si è immediatamente concretizzata, con temperature elevatissime (si parla del 2◦ giugno più caldo di sempre).

(18/07/19) 

 

 

Come accade solitamente nei mesi estivi, gli inquinanti assumono un comportamento uniforme su tutto il territorio provinciale con valori estremamente contenuti, molto simili tra loro. Per quanto riguarda il particolato PM10 le concentrazioni medie mensili sono compresa tra i 28 µg/m3 di V.le Timavo e San Rocco ed i 21 µg/m3 di Castellarano. Basse la concentrazione del PM2.5 compresa tra gli 11 ed i 13 µg/m3. Bassissime le concentrazioni di tutti gli inquinanti gassosi, quali biossido d’azoto, benzene, monossido di carbonio.

Per quanto riguarda l’ozono, la canicola di giugno ha provocato un forte irraggiamento solare e, di conseguenza, un elevato numero di superamenti del valore obiettivo (120 µg/m3 espresso come massima sulle medie mobili sulle 8 ore): 20 superamenti a San Lazzaro, 21 a San Rocco e 22 a Castellarano.

Si sono registrati inoltre superamenti della soglia d’informazione (180 µg/m3 espresso come media oraria), nei giorni 26-27-28 giugno, senza tuttavia registrare superamenti alcuni della soglia d’allarme (240 µg/m3). Giorni critici: 27 e 28 giugno dove l’ozono ha raggiunto delle concentrazioni massime orarie di 225 µg/m3. 

 

scarica il report di Giugno (pdf 1,31 MB)

visualizza e scarica i report precedenti

Che cos´è l´Indice di Qualità dell´Aria



Versione stampabileVersione stampabile