Temi ambientali
Arpae in regione
Arpa Emilia-Romagna
Ti trovi in : Arpae /

Corso di perfezionamento in emergenze UniMORE, pubblicato il bando

Il Corso di perfezionamento "Emergenze territoriali, ambientali e sanitarie" dell’Università di Modena e Reggio-Emilia è aperto alle Agenzie ambientali.

(12/12/16) 

L’Università di Modena e Reggio Emilia, in collaborazione con il Comune di Modena, l’Esercito italiano e Arpae Emilia-Romagna, propone il corso di perfezionamento in Emergenze territoriali, ambientali e sanitarie (EmTASK), che intende fornire una solida preparazione di base e competenze interdisciplinari che possano favorire un approccio olistico nella prevenzione, gestione e superamento delle emergenze. Le iscrizioni sono aperte fino all´8 gennaio. Il Comitato scientifico ha organizzato un incontro di presentazione del corso, aperto a tutti gli interessati, che si terrà il 19 dicembre alle ore 17:30, nell´Aula U0.2 del Dipartimento di Scienze chimiche e geologiche, UniMORE, via Campi, 103 a Modena.

Il bando e altre informazioni sono disponibili qui

Arpae Emilia-Romagna, avendo stipulato una convenzione con UniMORE, ha ottenuto la disponibilità per 10 posti riservati a personale  delle Agenzie di protezione ambientale italiane (5 Arpae e 5 altre Agenzie).
Per eventuali ulteriri informazioni può contattare Paolo Lauriola, CTR Ambiente e salute Arpae Emilia-Romagna (plauriola@arpae.it, cell. 335 5756961).

Come nasce il corso 
Come è noto in Italia e nel mondo la frequenza di disastri  di origine naturale e provocati dall’uomo (tecnologici, industriali) è in aumento ed è destinata a diventare sempre più rilevante. Gli effetti sono soprattutto a livello ambientale e per la salute. Il 18 marzo 2015, in occasione della Conferenza di Sendai (Giappone) quando si riunirono 187 membri delle Nazioni Unite,  con l’obiettivo di ridurre il rischio di disastro per il periodo 2015-2050, furono fissate quattro priorità:
- capire il rischio di disastro
- rafforzare la governante del rishio di disastro per meglio gestire il rischio di disastro
- investire per la riduzione del rischio di disastro attraverso inziative che puntino alla resilienza del sistema
- migliorare la preparazione ai disastri per una più efficace risposta e per puntare a ricostriore meglio (Build Back Better) nella fase di recupero, riabilitazione ricostruzione

Su tali basi l’Università di Modena e Reggio Emilia, in collaborazione con il Comune di Modena, l’Esercito italiano e Arpae Emilia-Romagna, propone il corso  Corso di perfezionamento universitario sulle emergenze territoriali, ambientali e sanitarie, che intende fornire ai discenti una solida preparazione di base e competenze interdisciplinari che possano favorire un approccio olistico nella prevenzione, gestione e superamento delle emergenze.

I principi informatori su cui è basata la proposta sono:

- definizione di un percorso formativo che tenga conto delle esigenze ed esperienze nazionali e internazionali nel settore

- messa in campo di disponibilità didattiche da parte delle istituzioni che collaborano al progetto

Il corso, per il quale è in preparazione il bando, si articola in una parte comune, tre indirizzi e un tirocinio.
I tre indirizzi sono:

  • indirizzo scientifico-tecnologico: le attività dell´indirizzo riguarderanno i fondamenti della previsione, prevenzione e gestione dei rischi da gravi eventi (calamità) naturali e da incidente rilevante (tecnologico). Verranno presentati i principali tipi di eventi/incidenti che possono determinare situazioni di emergenza, con riferimento anche a casi specifici verificatisi nel territorio italiano
  • indirizzo medico-biologico-sanitario: le attività dell´indirizzo, oltre a trasmettere competenze sui principali meccanismi con cui la salute dell´uomo è alterata da cause fisiche, chimiche e biologiche, forniranno concetti di epidemiologia e statistica con approfondimenti di epidemiologia ambientale e dei disastri e conoscenze sui rapporti tra territorio, ambiente e salute, principi di psicologia dell´emergenza, di medicina legale, del lavoro e di bioetica. Saranno approfonditi principi per un´efficace organizzazione dei servizi sanitari in occasione di eventi calamitosi per una ricostruzione sostenibile e competitiva
  • indirizzo giuridico/economico: si forniranno conoscenze riguardo alla normativa per la prevenzione e risposta alle emergenze (nazionale, europea e internazionale) così da individuare le competenze degli attori coinvolti - pubblici, privati, organizzazioni di volontariato - ed eventuali profili di responsabilità (amministrativa, civile e penale).
    Gli insegnamenti di carattere economico riguarderanno i fondamenti dell´economia territoriale, dell´ambiente e delle criticità dello sviluppo. Si affronteranno i temi della valutazione dei costi di prevenzione e la stima dei danni, l´analisi comparata delle forme di intervento e le buone pratiche da parte dei diversi attori istituzionali.

Vai al bando e altre info, sito di UniMORE

 


 





Versione stampabileVersione stampabile