Temi ambientali
Arpae in regione
Arpae Emilia-Romagna
Ti trovi in : Arpae /

Servizi di illuminazione pubblica verdi

Pubblicato il Decreto ministeriale che disciplina i criteri ambientali minimi (CAM) dei servizi di illuminazione pubblica

(04/05/18) 

Il DM 28 marzo 2018 che disciplina i criteri ambientali minimi (CAM) per l’affidamento del servizio di illuminazione pubblica è stato pubblicato in Gazzetta ufficiale (GU n. 98 del 28 aprile 2018).
Il decreto entrerà in vigore 120 giorni dalla data di pubblicazione in Gazzetta per consentire alle stazioni appaltanti di adeguare ai CAM le procedure per l’affidamento del servizio di IP. Infatti, ai sensi dell’articolo 34 del codice dei contratti pubblici, l’applicazione dei CAM è obbligatorio.
I CAM “Servizio IP” tengono conto sia della disomogeneità delle amministrazioni in termini di disponibilità di informazioni sullo stato degli impianti e di risorse economiche per eventuali interventi di riqualificazione, sia delle diverse situazioni impiantistiche in relazione al rispetto della normativa, all´aggiornamento tecnologico ed al livello di efficienza energetica.
In particolare, i criteri stabiliti nel decreto trovano applicazione anche nei confronti delle Amministrazioni che svolgano in proprio, in tutto o in parte,  le attività che costituiscono il servizio IP.
I CAM "Servizio IP" si aggiungono ai CAM per l’acquisizione di sorgenti luminose per illuminazione pubblica, l’acquisizione di apparecchi per illuminazione pubblica, l’affidamento del servizio di progettazione di impianti per illuminazione pubblica (DM 27 settembre 2017)
Il testo del Decreto può essere consultato qui



Versione stampabileVersione stampabile