Temi ambientali
Arpae in regione
Arpae Emilia-Romagna
Ti trovi in : Arpae / Ferrara /

Cattivi odori a Ferrara in via Arginone

L´origine: materiale organico in decomposizioni di una ex-distilleria.

(11/07/18) 

Materiale organico in decomposizione di una ex-distilleria. E´ questa l´origine degli odori nauseabondi segnalati dagli abitanti dell´area compresa tra le vie Trenti e Arginone a Ferrara.

E´ questo l´esito dei sopralluoghi e delle indagini eseguite da Arpae in risposta alle diverse segnalazioni pervenute negli ultimi giorni, che riferivano della presenza di esalazioni maleodoranti diffuse nella zona situata tra via Trenti / Via Arginone (FE) nonché nelle aree limitrofe.

Dagli accertamenti svolti, ed in particolare dal sopralluogo del 26 giugno 2018, è stato individuato il sito ritenuto responsabile degli odori sgradevoli: un sito industriale dismesso (ex distilleria), all´interno del quale si trovavano diversi serbatoi già demoliti e altri risultati sottoposti a recenti operazioni preliminari di smantellamento. Per queste attività la Ditta è risultata in possesso di regolare autorizzazione.

Durante il sopralluogo, nella zona dove erano posizionati i citati serbatoi, si è avvertito nell’aria un caratteristico odore di composti organici putrescenti che con ragionevole sicurezza aveva le caratteristiche simili a quello riferito dai segnalanti.

Esaminato il contesto è emersa la presenza di cinque serbatoi che contenevano dei residui di materiale organico in decomposizione riconducibile all’attività un tempo esercitata dalla ditta. Considerando le dimensioni di ognuno di tali manufatti aventi un diametro di circa 8/10 metri con la presenza del materiale residuale per circa 20/30 cm in altezza,si è potuto stimare che all’interno di ogni serbatoio vi sianoancora stoccati circa 10/15 m3 di materiale/rifiuto.

Nel bacino di contenimento ove tali manufatti erano posizionati si è notata la presenza, per un altezza di alcune decine di centimetri, di un liquido scuro/brunastro in fase di avanzata fermentazione, primo responsabile della genesi dell’odore avvertito.

Tale deposito è da imputarsi probabilmente alla caduta delle precipitazioni piovose avvenute nel tempo a seguito del contatto con i materiali/rifiuti presenti nei serbatoi.

Gli accertamenti compiuti hanno confermato lagestione di questo“deposito temporaneo” di rifiuti senza che la Ditta sia risultata in possesso di alcuna autorizzazione, iscrizione o comunicazione come sarebbe previsto per legge.Inoltre si sono ravvisate anche le responsabilità per aver generato emissioni in grado di arrecare molestia alle persone.

Di tali infrazioni è stata data comunicazione all’Autorità Giudiziaria competente.

Si è provveduto contestualmnete ad impartire al contravventore le prescrizioni, atte a procedere alla rimozione avvio/smaltimento dei rifiuti ivi presenti e responsabili dei miasmi avvertiti in città dalla popolazione.

 



Versione stampabileVersione stampabile