Le tue scarpe al centro

Un progetto di economia circolare che, nel 2018, ha coinvolto i cittadini nel riciclaggio e nella riduzione dei rifiuti, contribuendo ad una nuova economia rispettosa dell’ambiente.

scarpe al centro_numeri.pngFamiglie, studenti, scuole e associazioni sportive hanno portato le loro vecchie scarpe da ginnastica o infradito in gomma nei centri di raccolta presenti in 49 comuni dell’Emilia-Romagna. Grazie ai gestori e alle aziende coinvolte, le scarpe sono state appositamente trattate e trasformate in granulato di morbida gomma che servirà a realizzare una pavimentazione antitrauma adatta alle are giochi dei bambini nei parchi pubblici. Con il materiale ricavato è stato donato al Comune di Amandola, colpito dal sisma 2016, un nuovo parco giochi.

Il progetto di educazione all'economia circolare 'Le tue scarpe al centro' è stato promosso dal CTR Educazione alla sostenibilità di Arpae Emilia-Romagna in sinergia con i Ceas, Centri di educazione alla sostenibilità dell'Emilia-Romagna e i gestori dei rifiuti dei rispettivi territori. Capofila del progetto è stato il Ceas “La Raganella” dell'Unione area nord modenese.

Il progetto è iniziato con la divulgazione di materiale informativo in formato digitale e opera di sensibilizzazione rivolta a Scuole, società sportive, quartieri. Successivamente sono stati organizzati decine di eventi sui territori che hanno coinvolto famiglie, cittadini, studenti, scuole e associazioni sportive e attivato il piano di raccolta sul territorio, dal 21 marzo al 30 settembre 2018.

Il progetto si è proposto di far toccare con mano ai cittadini l'economia circolare, mostrando loro il ruolo attivo che possono svolgere i consumatori in collaborazione con imprese e municipalità. Si tratta di un’azione motivante che accresce l'empowerment delle comunità locali e stimola lo sviluppo di nuovi processi produttivi circolari che danno nuova vita alla materia, supportati da apposite metodologie e strumenti comunicativi (marketing sociale, social media), educativi (apprendimento attivo, learning by doing), e partecipativi (e-democracy, social media, flash mob).

Il progetto ecologico e benefico si è concluso triplicando e superando abbondantemente l'obiettivo iniziale di raccogliere 10.000 scarpe da ginnastica o infradito in gomma usurate.

  1. I patrner del progetto
  2. Sportivi e Società Aderenti

 PER APPROFONDIRE:

ultima modifica 2021-07-19T12:52:54+02:00