Procedimento autorizzativo AIA

L’ autorizzazione integrata ambientale (AIA) è il provvedimento che autorizza l´esercizio delle installazioni riportate nell'allegato VIII alla parte Seconda del D.Lgs. 152/2006 e prevede misure intese a evitare, ove possibile, o a ridurre le emissioni nell'aria, nell'acqua e nel suolo, comprese le misure relative ai rifiuti, per conseguire un livello elevato di protezione dell´ambiente salve le disposizioni sulla valutazione di impatto ambientale. L’AIA autorizza l´esercizio di una installazione a determinate condizioni che garantiscono la conformità ai requisiti IPPC (prevenzione e riduzione integrate dell’inquinamento) di cui al Titolo III-bis alla Parte seconda del D.Lgs.152/06, relativamente alle emissioni industriali, e alle prestazioni ambientali associate alle migliori tecniche disponibili (BAT). Maggiori informazioni sull'AIA nella pagina descrittiva dedicata e sulle competenze di Arpae in materia

Moduli

Riesame allevamenti intensivi di pollame o suini Categorie IPPC 6.6 a) - 6.6 b) - 6.6 c)
Il 21/02/2017 è stata pubblicata sulla Gazzetta Ufficiale dell’Unione Europea la Decisione di esecuzione UE 2017/302 della Commissione che stabilisce le conclusioni sulle migliori tecniche disponibili (BAT) concernenti l’allevamento intensivo di pollame o di suini, ai sensi della direttiva 2010/75/UE del Parlamento europeo e del Consiglio. Entro quattro anni dalla data di pubblicazione delle BATC  è disposto il riesame delle Autorizzazioni Integrate Ambientali (D.Lgs. 152/06, Art. 29 octies, comma 3). La guida alla compilazione della domanda riesame è disponibile sul portale IPPC-AIA della Regione Emilia Romagna, oppure è scaricala qui (file .zip con formati .pdf  e .doc).


 

ultima modifica 2021-03-04T12:35:54+02:00