Il concetto di Economia circolare: esperienze e buone pratiche in Emilia-Romagna

copertina_Il concetto di Economia circolare.jpegNell’ambito del progetto “La Strategia di Sviluppo Sostenibile della Regione Emilia-Romagna: la sostenibilità come processo di apprendimento e attuazione di sinergie” si è tenuto l’8 luglio 2020 il 2° webinar formativo per gli operatori dei CEAS Il concetto di Economia circolare: esperienze e buone pratiche in Emilia-Romagna, a cura del CTR Educazione alla sostenibilità, in collaborazione con  il centro di ricerca “CEntre for Research on Circular economy, Innovation and SMEs” (CERCIS) del Dipartimento di Economia e Management dell’Università degli Studi di Ferrara.

La giornata di formazione, organizzata in due sessioni sulla piattaforma Meet, ha visto più di 70 iscrizioni e un’ampia partecipazione.

Sessione mattutina: guarda la registrazione 

La mattinata è iniziata con il benvenuto ai partecipanti e i saluti istituzionali da parte del direttore Arpae dott. Giuseppe Bortone che ha ricordato l’impegno a livello nazionale sul tema dell’economia circolare e i buoni risultati a livello europeo. Dopo di lui, il prof. Massimiliano Mazzanti, coordinatore del CERCIS e professore di Economia Ambientale presso l’Università degli Studi di Ferrara, con la presentazione ‘Economia Circolare: sostenibilità, innovazione e competitività. Un quadro generale’.

A seguire, la presentazione della dott.ssa Emy Zecca – assegnista di ricerca presso l’Università degli Studi di Ferrara- Dipartimento di Economia e Management, dal titolo ‘Dalla linearità alla circolarità. I nuovi modelli di business circolare e la sharing economy’. In chiusura, la presentazione della dott.ssa Chiara Lodi, assegnista di ricerca presso l’Università degli Studi di Ferrara- Dipartimento di Economia e Management, che ha approfondito il tema delle ‘Certificazioni ambientali (Green Public Procurement) e Extended Producer Responsability (focus su Rifiuti da Attrezzature Elettriche ed Elettroniche). Green Jobs.’

Sessione pomeridiana: guarda la registrazione

Nella sessione pomeridiana, il dott. Leonardo Palumbo del Servizio Giuridico dell’ambiente, rifiuti, bonifica siti contaminati e servizi pubblici ambientali della Regione Emilia-Romagna, ha illustrato per punti ‘La strategia #Plastic-freER nell’ambito della Strategia Regionale di Sviluppo Sostenibile’ che prevede un piano progressivo, con risorse ed incentivi, per sostituire le plastiche monouso con plastiche riutilizzabili, in accordo con la direttiva europea sulla riduzione dell’incidenza di prodotti di plastica sull’ambiente (SingleUsePlastic). Sono previste 15 azioni concrete ad ampio raggio, che spazieranno dall’eliminazione di stoviglie monouso nelle mense collettive, alla pulizia di mari e fiumi, alla sensibilizzazione e all’educazione dei cittadini e molto altro ancora.

Hanno fatto seguito alcune testimonianze ed esperienze diretta dal territorio. La prof.ssa  Anna Montini, Assessore all'ambiente, sviluppo sostenibile, blue economy, start up, identità dei luoghi, protezione civile, statistica e toponomastica e prof.ssa Associata di Economia dell’ambiente e Economia dell’impresa e dell’innovazione presso l’Università degli Studi di Bologna, ha presentato i risultati de ‘L’azione Spiaggia plastic-free del Comune di Rimini’,  con iniziative già in atto dal 2017 in seguito ad ordinanze comunali ma anche grazie ad associazioni e comitati locali. Il dott. Oscar Formaggi dell’Ufficio Tecnico Informatico di Agenzia Mobilità Impianti (AMI) Ferrara ha presentato l’esperienza nel comune di Ferrara del ‘Car-pooling nelle aziende. L’esperienza di Agenzia Mobilità Impianti (AMI)’ e, in chiusura, il dott. Marco Miani ha illustrato un nuovo modello di economia circolare adottato da Vetroresina spa, che si occupa del recupero di scarti di vetroresina e altri materiali termoindurenti con un processo brevettato ed altamente innovativo. 

 

Scarica qui le presentazioni dei relatori: 

ultima modifica 2020-11-27T21:04:56+02:00