Prevenzione e gestione del rischio sismico

Partendo dalla consapevolezza che non sono i terremoti a fare vittime ma gli edifici, cresce l’esigenza di diffondere nella cittadinanza e nelle scuole l’importanza degli interventi di riqualificazione e messa in sicurezza degli edifici nella prevenzione di danni sismici.

Immagine Rischio SismicoDal 2018 Arpae, in collaborazione con l’Agenzia per la Sicurezza territoriale e la Protezione civile della Regione Emilia-Romagna e con la Rete Interregionale Educazione Sismica (Rete RESISM), ha avviato un progetto di educazione al rischio sismico.

Il progetto educativo Prevenzione e gestione del rischio sismico, ha come finalità principale di aumentare la conoscenza del rischio sismico per la sua riduzione e la creazione nel tempo di una vera e propria cultura della gestione del rischio sismico.

Attraverso la maggiore conoscenza si può gestire il rischio sismico prevenendo gli effetti più tragici di inevitabili eventi naturali.

Negli anni scolastici 2018-19 e 2019-20, sette Ceas delle aree più sismiche della regione, quali la Romagna, il modenese e il ferrarese, hanno incontrato circa 3600 ragazzi di 166 classi della scuola secondaria di primo e secondo grado.

Nell’anno scolastico 20-21, con modalità che prevedono anche la didattica a distanza, verrà realizzata la terza edizione del progetto educativo. Agli attori che hanno realizzato le prime due edizioni si è aggiunto il Centro intercomunale area padana (PC). I Centri di educazione alla sostenibilità si fanno promotori di attività divulgative e educative presso la scuola, in particolare nelle classi terze della scuola secondaria di I grado e nella scuola secondaria di II grado e presso la cittadinanza, con incontri pubblici.

PER APPROFONDIRE

A CHI RIVOLGERSI (referenti del progetto)

Francesco Malucellifmalucelli@arpae.it – 051 528.1241 – CTR Educazione alla sostenibilità Arpae

ultima modifica 2020-11-27T22:37:10+02:00